Pavia


Il Comune è già attivo sulla semplificazione, utilizza e implementa sia la scrivania telematica che il fascicolo informatico d’impresa, si presta inoltre ad applicare un’aliquota IMU + TASI minore del valore limite dell’11,4‰ e a garantire l’esenzione della TARI per i primi due anni dall’insediamento e per quelle attività che persistono sul territorio comunale per almeno 3 anni.

ACCORDO PER L’ATTRATTIVITÀ TRA

REGIONE LOMBARDIA

E

COMUNE DI PAVIA (PV)

 

Le opportunità insediative messe a disposizione dal Comune di Pavia sono 3: due aree  brownfield e una greenfield per oltre 15.100 mq di superficie lorda complessiva. Il “Castello di Mirabello”, di proprietà privata da destinare ad attività turistiche, e l’“Immobile di Via Porta”, di proprietà pubblica, da destinare ad attività direzionale/uffici e il ‘PIP’, di proprietà pubblica, da destinare ad attività industriale/artigianale.

Sul piano degli interventi attuati con il contributo regionale sono previsti, tra gli altri, degli interventi strutturali per la messa in sicurezza del Castello di Mirabello.

Il Comune è già attivo sulla semplificazione, utilizza e implementa sia la scrivania telematica che il fascicolo informatico d’impresa, si presta inoltre ad applicare un’aliquota IMU + TASI minore del valore limite dell’11,4‰ e a garantire l’esenzione della TARI per i primi due anni dall’insediamento e per quelle attività che persistono sul territorio comunale per almeno 3 anni. Nel dettaglio il Comune applica i seguenti interventi:

 

Interventi di semplificazione 

  • Garantisce che il Piano Attuativo presentato dall’impresa sia adottato dalla Giunta Comunale in un termine minore di 90 giorni dalla data di protocollazione della richiesta.
  • Rilascia, a fronte della completezza dell’istanza, il Permesso di Costruire in un termine minore di 60 giorni dalla richiesta.
  • Assicura un servizio di front office online o una sezione dedicata nel portale del Comune ove siano reperibili tutte le informazioni utili per gli investitori o aspiranti tali.
  • Utilizza e implementa la «Scrivania telematica».
  • Semplifica la gestione dei pagamenti creando un unico interlocutore per il pagamento di tutti gli oneri dovuti al Comune e agli altri enti.
  • Provvede attraverso il S.U.A.P. alla corretta alimentazione del Fascicolo Informatico d’Impresa.
  • Garantisce un corso di formazione per gli operatori S.U.A.P.
  • Partecipa a programmi di formazione relativi al Fascicolo Informatico d’impresa.

 

Interventi di incentivazione economica e fiscale

  • Dichiara preventivamente tutti gli oneri urbanistici ed edilizi impegnandosi a non introdurre ulteriori oneri.
  • Prevede un’aliquota IMU + TASI per i nuovi insediamenti produttivi, come segue: -aliquota 0,46 % per tre anni se non sono  fabbricati classificati in categoria D; -aliquota 0,76 % se sono fabbricati  classificati in categoria D; Prevede la esenzione della TARI per due anni dalla data di insediamento soltanto per quelle attività che persistono sul territorio comunale per almeno 3 anni.
  • Prevede la compensazione dei debiti e crediti IMU e TASI.
  • Riduce gli oneri di urbanizzazione a seconda della destinazione d'uso dell'immobile e del tipo di intervento.
  • Riduce lo standard qualitativo e gli eventuali oneri necessari al mutamento di destinazione d'uso a seconda della destinazione d'uso dell'immobile e del tipo di intervento.

 

Interventi di promozione e assistenza all’investitore

  •  Fornisce un servizio di consulenza istruttoria preventiva e di accompagnamento per la presentazione e l’attuazione del progetto da parte dell’impresa con rilascio di pareri scritti se richiesti dal proponente.
  • Organizza incontri periodici sia per la risoluzione di eventuali problematiche inerenti al processo di investimento sia per il supporto rispetto alle modalità di pagamento dei tributi locali.